Telegram, un rivale nell'orizzonte di WhatsApp
Telegram, un rivale nell'orizzonte di WhatsApp

Garantirebbe un servizio migliore con livelli di privacy più elevati, la possibilità di creare chat segrete e più sicure. Il tutto rigorosamente gratis.

Scritto da: Redazione Data: 26 febbraio 2014
Pagina 1 di 1

Il mondo delle applicazioni mobili è fluttuante e non c'è da stupirsi se WhatsApp, acquistata dal gigante Facebook per l'incredibile cifra di 19 miliardi dollari, ha ora a che fare con un altro concorrente chiamato Telegram. Questa applicazione di messaggistica istantanea, sta registrando da un paio di giorni un crescente afflusso di utenti, tanto che avrebbe fatto toccare oltre 5 milioni di nuovi utenti. Un vero e proprio esodo di massa da WhatsApp dopo il blackout di oltre quattro ore avvenuto Sabato scorso, causato da un problema ad alcuni server e che ha costretto gli utenti a cercare soluzioni alternative.

Telegram, svilippata dai fratelli Nikolai e Pavel Durov, già fondatori del più popolare social network russo Vkontakte, è disponibile per Apple iOS ed Android. Funziona come WhatsApp, con il vantaggio che i messaggi sono criptati e in grado di autodistruggersi: un elemento non da poco che risponde agli interrogativi di milioni di utenti in seguito all’acquisizione di Whatsapp da parte di Facebook, turbati principalmente per la privacy. Non a caso anche il Garante per la Privacy italiano, lo scorso anno, ha chiesto a WhatsApp Inc. di chiarire alcuni aspetti legati alle modalità con cui i "dati personali degli utenti vengono raccolti e usati al momento dell'iscrizione e nel corso dell'erogazione dei servizi di messaggistica e condivisione file".

Telegram

Come accennato, il funzionamento di Telegram è sostanzialmente uguale a WhatsApp, ma le differenze legate soprattutto alla privacy e alla sicurezza sono molte. Un altro vantaggio è che non ci sono limiti alla condivisione dei dati: è possibile inviare foto, video o altri documenti (doc, zip, mp3, ecc.).  L'applicazione è Open source e cloud based, ossia è possibile leggere i messaggi da qualsiasi dispositivo. Il tutto è realizzato sfruttando una rete di server distribuiti in diverse parti del mondo. L'applicazione e il servizio sono gratuiti: "Il programma non è in vendita e non è stato pensato per produrre profitti", si legge sul sito ufficiale. 

Segue in basso  ▼

La configurazione di Telegram è piuttosto semplice. Sarà sufficiente indicare il proprio numero di telefono, inserire il codice di quattro cifre che verrà inviato attraverso un SMS e personalizzare le proprie informazioni personali: nome, cognome e foto profilo. Di fronte alla paura della mercificazione di WhatsApp e all'ossessione per la sicurezza delle conversazioni, Telegram rappresenta una risposta interessante per tutti gli utenti di tecnologia mobile.

Ti è piaciuto l'articolo? Ricevine altri comodamente via mail
Articoli consigliati

Ottenere le dimensioni di una TV

Un praticissimo wizard per avere subito un'idea di quali possano essere le dimensioni di una TV. Comodo per chi vuole conoscere le misure di una TV a partire dalla diagonale.

Speciale Prestiti Online

Quali sono le migliori offerte? Cosa bisogna sapere prima di richiedere un prestito personale? Cerchiamo di spiegare come stanno le cose ...

Speciale Conti Correnti

Quali conti online scegliere? Puri o multicanale? Abbiamo identificato le migliori condizioni offerte dalle principali banche ...

Test velocita' ADSL

Esegui gratuitamente i migliori test per monitorare la velocità della tua connessione ADSL

Guadagnare con Internet

Guadagnare in Internet ? E' possibile. Con un po' di pazienza e fortuna, si possono avere apprezzabili risultati ..
TOP 10 articoli #09/19
Sitemap