Al via il 730 precompilato. Ecco cosa occorre sapere
Parte il 730 precompilato. Ecco cosa occorre sapere

Al via la nuova modalità di presentazione per il modello 730. Fisconline registra oltre sette milioni di italiani pronti per accedere alla dichiarazione dei redditi. Video tutorial.

Scritto da: Redazione Data: 15 aprile 2015
Pagina 1 di 1
Si alza il sipario sul 730 Precompilato. Da oggi 15 aprile, infatti, è disponibile online il nuovo modello di dichiarazione, destinata a circa 20 milioni di contribuenti, lavoratori dipendenti e pensionati per i quali i sostituti d’imposta (datore di lavoro o ente pensionistico) hanno trasmesso all’Agenzia delle Entrate la Certificazione Unica 2015 (ossia quella dei i redditi percepiti nel 2014) e che hanno presentato nel 2014 il modello 730 (o il modello Unico persone fisiche o il modello Unico Mini, pur avendo i requisiti per optare per il 730). La dichiarazione precompilata sarà disponibile anche per i titolari dei redditi assimilati al lavoro dipendente quali, ad esempio, i compensi dei lavoratori soci delle cooperative e borse di studi (l’elenco completo è all’articolo 50 del Testo Unico delle Imposte sui Redditi).
 
Al via il 730 precompilato. Ecco cosa occorre sapere
 
La dichiarazione 730 precompilata è comunque facoltativa. È sempre possibile, come negli anni passati, presentare la dichiarazione tramite il Caf o il commercialista (il termine ultimo di presentazione è il 7 luglio per tutti). È bene chiarire che il modello non arriverà a casa, ma sarà disponibile esclusivamente attraverso la rete.
 
Come si fa a ottenere l'accesso alla preziosa novità telematica? Innanzi tutto è necessario richiedere il codice personale Pin e la propria Password. L'iter per ottenere queste credenziali di accesso al proprio 730 sono diverse. Si può chiederli direttamente negli uffici dell’Agenzia delle Entrate o via telefono (al numero a tariffazione urbana 848.800.444). C’è anche la possibilità di effettuare la richiesta online, inserendo i dati del proprio codice fiscale e l’ultimo reddito dichiarato. Diciamo subito che in tutti questi casi i tempi di ricevimento del PIN si aggirano attualmente attorno ai 15 giorni. Un'altra strada, più rapida, permette di utilizzare la Carta Nazionale dei Servizi (Cns) che consente di ottenere Pin e Password immediatamente. Esiste poi la possibilità di delegare al Caf tutta la procedura incaricando i centri di assistenza fiscale di operare per prorpio conto. I cittadini in possesso del Pin dell'Inps, inoltre, potranno accedere al proprio 730 precompilato direttamente dal sito internet dell'ente previdenziale, raggiungibile anche attraverso un link presente sul sito internet delle Entrate.
 
730 2015
 
Quali dati contiene il 730 Precompilato? Ricordiamo che il modello conterrà i dati del CU 2015 e altre informazioni in possesso dell’Anagrafe Tributaria quali i dati relativi agli interessi passivi sui mutui, ai premi assicurativi e ai contributi previdenziali, che vengono comunicati all'Agenzia delle Entrate da banche, assicurazioni ed enti previdenziali; alcuni dati contenuti nella dichiarazione dei redditi dell'anno precedente (per esempio le spese che danno diritto a una detrazione da ripartire in più anni, come quelle sostenute per interventi di ristrutturazione); altri dati presenti nell'Anagrafe tributaria (per esempio i versamenti effettuati con il modello F24, le compensazioni eseguite e i contributi versati per lavoratori domestici).
 
In pratica, il modello 730 Precompilato può essere accettato dal contribuente così com'è, oppure modificato e/o integrato prima dell'invio. Se viene accettato senza modifiche o con modifiche che non incidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta, nei confronti del contribuente non verrà eseguito il controllo documentale, che, qualora ci si rivolga a loro, sarà in capo a Caf e professionisti che appongono il visto di conformità. A loro carico anche eventuali differenze di imposte, interessi e sanzioni in caso di visto di conformità infedele, a meno che non ci sia condotta dolosa o gravemente colposa del contribuente. Le rettifiche vanno inviate entro il 10 novembre.

Segue in basso  ▼

Fra tutte le informazioni in possesso dell'Agenzia delle Entrate alcune potrebbero non essere state inserite direttamente nella dichiarazione precompilata, in quanto necessitano di ulteriori verifiche da parte dei contribuenti, ad esempio perché incomplete o incoerenti. Può, per esempio, accadere che dall'Anagrafe Tributaria risulti l'atto di acquisto di un fabbricato, di cui però l'Amministrazione finanziaria non conosce ancora la destinazione.
 
Dall’anno prossimo dovrebbero essere presenti anche le spese sanitarie. Quest’anno invece tali spese non sono inserite dal fisco, quindi coloro che debbono detrarre tali spese sanitarie lo dovranno integrare. È possibile inserire modifiche e presentare il modello a partire dal prossimo 1 maggio, mentre come accennato la data ultima di presentazione è il 7 luglio.
 
Ultimo aggiornamento 15/04/2015 ore 09:36
Ti è piaciuto l'articolo? Ricevine altri comodamente via mail
Aspetta, non è finita qui...
GALLERIA VIDEO
Articoli consigliati

Ottenere le dimensioni di una TV

Un praticissimo wizard per avere subito un'idea di quali possano essere le dimensioni di una TV. Comodo per chi vuole conoscere le misure di una TV a partire dalla diagonale.

Speciale Prestiti Online

Quali sono le migliori offerte? Cosa bisogna sapere prima di richiedere un prestito personale? Cerchiamo di spiegare come stanno le cose ...

Speciale Conti Correnti

Quali conti online scegliere? Puri o multicanale? Abbiamo identificato le migliori condizioni offerte dalle principali banche ...

Test velocita' ADSL

Esegui gratuitamente i migliori test per monitorare la velocità della tua connessione ADSL

Guadagnare con Internet

Guadagnare in Internet ? E' possibile. Con un po' di pazienza e fortuna, si possono avere apprezzabili risultati ..
TOP 10 articoli #06/18
Sitemap