Masterizzatori DVD, prezzi in scivolata

I produttori taiwanesi prevedono un imminente drastico taglio ai prezzi dei masterizzatori DVD che favorirà la diffusione di unità 16x e dual-layer. I DVD vergini continueranno a scendere fino ad autunno inoltrato

Scritto da: Redazione Data: 6 luglio 2004
Pagina 1 di 1
Il prezzo dei masterizzatori DVD, che ormai da mesi è in costante calo, dovrebbe presto ricevere una nuova e forte spinta verso il basso. Ad affermarlo è il Market Intelligence Center (MIC), una società taiwanese di analisi e consulenza finanziata dal governo di Taipei.
In un recente rapporto, il MIC ha pronosticato che durante la seconda metà dell'anno il prezzo medio di vendita dei masterizzatori di DVD prodotti a Taiwan dovrebbe scendere di almeno il 50%. Questo nuovo ribasso verrà compensato dai produttori con la progressiva sostituzione dei modelli 8x con i recenti (e più cari) modelli 12x/16x e dual-layer, il cui costo sembra dunque destinato a collimare - entro la fine dell'autunno - con quello dell'attuale generazione di masterizzatori DVD.

Il MIC sostiene che la riduzione dei prezzi sarà determinata da due principali fattori: il minor costo dei componenti hardware, quali meccaniche e chip per la decodifica MPEG2, e un'impennata della domanda di DVD recorder che dovrebbe precedere l'inizio delle Olimpiadi di Atene.

La discesa dei prezzi nel settore della masterizzazione è da attribuirsi, più in generale, alla rapida espansione della quota del mercato globale detenuta dai produttori taiwanesi, notoriamente capaci di fabbricare grandi volumi di prodotti a basso costo. Stando ai dati forniti dal MIC, il numero di masterizzatori DVD prodotti sull'isola asiatica da colossi locali come BenQ e LiteOn dovrebbe raggiungere, per la fine del 2004, i tre milioni di unità: una cifra che farebbe di Taiwan il secondo produttore al mondo di DVD recorder dietro al Giappone, che detiene circa il 50% del volume globale, e davanti ad Europa (10%), Cina (8%) e Corea (6%). A spingere le vendite dei drive made in Taiwan ha in buona parte contribuito, secondo il MIC, il boom di vendite registrato negli scorsi mesi sui mercati nordamericano ed europeo.

Il trend al ribasso non interessa solo i masterizzatori DVD, ma anche i relativi supporti registrabili. Secondo DigiTimes.com, un eccesso di produzione ha determinato un costante calo dei prezzi dei DVD vergini fin dai primi mesi del 2004, un trend che dovrebbe proseguire anche nel prossimo trimestre. Se il costo all'ingrosso di un supporto DVD-R era, alla fine dello scorso anno, di 1-1,20 dollari, oggi è di 0,30-0,50 dollari.

"I produttori ritengono che il calo dei prezzi all'ingrosso riguardante i DVD+/-R dovrebbe attenuarsi o invertire tendenza entro la fine del prossimo trimestre", ha affermato DigiTimes.

Fonte
Ti è piaciuto l'articolo? Ricevine altri comodamente via mail
Articoli consigliati

Ottenere le dimensioni di una TV

Un praticissimo wizard per avere subito un'idea di quali possano essere le dimensioni di una TV. Comodo per chi vuole conoscere le misure di una TV a partire dalla diagonale.

Speciale Prestiti Online

Quali sono le migliori offerte? Cosa bisogna sapere prima di richiedere un prestito personale? Cerchiamo di spiegare come stanno le cose ...

Speciale Conti Correnti

Quali conti online scegliere? Puri o multicanale? Abbiamo identificato le migliori condizioni offerte dalle principali banche ...

Test velocita' ADSL

Esegui gratuitamente i migliori test per monitorare la velocità della tua connessione ADSL

Guadagnare con Internet

Guadagnare in Internet ? E' possibile. Con un po' di pazienza e fortuna, si possono avere apprezzabili risultati ..
TOP 10 articoli #08/19
Sitemap