Il canone Rai si pagherà insieme alla bolletta elettrica
Il canone Rai si pagherà insieme alla bolletta elettrica

La riforma del Canone della RAI sarebbe pronta e avrebbe ricevuto il via libera dal Presidente del Consoglio Renzi

Scritto da: Redazione Data: 15 novembre 2014
Pagina 1 di 1
Non è la prima volta che se ne parla e forse non sarà l'ultima: il Canone della RAI si pagherà con la bolletta dell’energia elettrica. Secondo quanto riporta il quotidiano Il Messaggero, la riforma sarebbe pronta e avrebbe già ricevuto il via libera dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi. L'imposta che verrà associata alla bolletta della luce dovrebbe costare tra i 35 e 80 euro (considerando reddito e Isee) contro i 113,50 euro attuali. L’obiettivo del governo è contrastare l’evasione del canone (attualmente stimata in 450 milioni di euro), ridistribuendolo in modo graduale, consentendo di pagare meno ma imponendolo a tutti. Questa riforma dovrebbe garantire all’azienda di viale Mazzini un gettito di 1,8 miliardi di euro l’anno.
 
Il canone Rai si pagherà insieme alla bolletta elettrica
 
"Renzi e il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli - si legge su il Messaggero - si sono incontrati per una valutazione finale. Il capo del governo ha quindi dato via libera all’opzione numero uno: l’inserimento del canone nella bolletta elettrica, un meccanismo di cui si parlava da tempo che comporta però non poche complicazioni". 
 
Per non pagare il canone, l'utente dovrà dimostrare non solo di non possedere una tv, ma anche qualsiasi dispositivo con cui guardare i programmi del servizio pubblico, ossia tablet, iPad, smartphone e pc.  Alquanto singolare questa prassi. In un Paese come il nostro, dove la presunzione di innocenza è prevista nella Costituzione, un cittadino è "colpevole" di possedere una apparecchio atto a ricevere programmi TV della Rai, solo perchè titolare di una utenza elettrica e, in quanto tale, tassato con il canone? Per "discolparsi" dovrà dimostrare (come?), di non possedere una tv o qualsiasi altro dispositivo  da cui si possano vedere i canali di Stato. In buona sostanza si ribalta il sacrosanto principio giuridico secondo il quale un imputato è considerato non colpevole sino a che non sia provato il contrario. 
 
A fronte di tutto ciò, praticamente nessuno sarà escluso dall’imposta. Ora non c'è che da attendere per sapere quale sarà lo strumento normativo con cui concretizzare la decisione: un emendamento alla legge di Stabilità, oppure varare un decreto allo scopo.
 
Come accennato, l'ipotesi di associare il Canone della Rai alla bolletta elettrica era stata già avanzata anni addietro e nell'aprile scorso e il sottosegretario della presidenza del Consiglio Delrio affermò che con molta probabilità l'intenzione era quella. Molti si schierarono contro. Il presidente dell’Autorità per l’energia Guido Bortoni, sollevò problemi di privacy e lo definì un "uso improprio".
 
Ora, comunque, sembra tutto deciso. Il sottosegretario alle Comunicazioni Antonello Giacomelli, da mercoledì scorso in missione a Washington, prima di partire avrebbe inoltrato la sua proposta emendativa al ministro dell’Economia per la relazione tecnica. 
 
Molti i cori contrari alla proposta. L’associazione di consumatori Codacons si dichiara pronta ad impugnare il provvedimento che sarebbe una “barbarie nei confronti degli utenti - dichiara il Presidente Carlo Rienzi - La legge afferma che tale imposta è dovuta da chi possiede un apparecchio adibito alla ricezione di radioaudizioni televisive, ma imporre al cittadino l’onere di dimostrare di non avere tali strumenti nella propria abitazione, pena l’addebito diretto in bolletta, appare un atto abnorme che finirà per complicare la vita ai cittadini. Invece di ricorrere a misure che sembrano un diktat, farebbe meglio il Governo a concentrare la propria attenzione sul canone speciale, quello cioè a carico di uffici, esercizi commerciali, alberghi, sedi di partito, circoli, associazioni, studi professionali e istituti religiosi, per il quale si registra una elevatissima evasione”.

Segue in basso  ▼

Durissima anche la posizione di Giuseppe Sbalchiero, Presidente di Confartigianato Imprese Veneto: "Abbiamo a lungo dibattuto con il Ministero dello Sviluppo Economico sul fatto che le nostre aziende hanno si pc, tablet, smartphone e telecamere per la sicurezza ma, nella maggior parte dei casi sono strumenti di lavoro e non sono atti a ricevere la tv e quindi devono essere esenti dal canone speciale Rai. Una battaglia che sembrava felicemente conclusa con il chiarimento emanato dal Ministero dello Sviluppo Economico del 2012 con il quale si è chiarito che chi non detiene «apparecchi atti o adattabili – quindi muniti di sintonizzatore – alla ricezione delle trasmissioni televisive” in definitiva non è tenuto a pagare il canone".
 
"Siamo determinati – aggiunge Sbalchiero – ad mantenere il risultato raggiunto. Ed in attesa che Tesoro e Palazzo Chigi decidano quale strumento normativo utilizzare (un emendamento alla Legge di Stabilità oppure un decreto ad hoc sono le opzioni più probabili) e soprattutto chiariscano i contenuti di questa nuova riforma per farci capre se interessi o meno il “canone speciale” dedicato alle imprese, come Confartigianato Veneto ci attiveremo da subito per evitare questo assurdo e ulteriore balzello". 
Ti è piaciuto l'articolo? Ricevine altri comodamente via mail
Articoli consigliati

Ottenere le dimensioni di una TV

Un praticissimo wizard per avere subito un'idea di quali possano essere le dimensioni di una TV. Comodo per chi vuole conoscere le misure di una TV a partire dalla diagonale.

Speciale Prestiti Online

Quali sono le migliori offerte? Cosa bisogna sapere prima di richiedere un prestito personale? Cerchiamo di spiegare come stanno le cose ...

Speciale Conti Correnti

Quali conti online scegliere? Puri o multicanale? Abbiamo identificato le migliori condizioni offerte dalle principali banche ...

Test velocita' ADSL

Esegui gratuitamente i migliori test per monitorare la velocità della tua connessione ADSL

Guadagnare con Internet

Guadagnare in Internet ? E' possibile. Con un po' di pazienza e fortuna, si possono avere apprezzabili risultati ..
TOP 10 articoli #01/18
Sitemap