Diritto all'oblio, si pronuncia il Garante Privacy
Diritto all'oblio, si pronuncia il Garante Privacy

I primi provvedimenti dell'autorità dopo la risposta negativa di Google alla deindicizzazione dal motore presentata da alcuni utenti  

Scritto da: Redazione Data: 23 dicembre 2014
Pagina 1 di 1

La spinosa questione del diritto all'oblio chiama in causa il Garante della Privacy. L'autorità ha adottato i primi provvedimenti in merito alle segnalazioni presentate da cittadini dopo il mancato accoglimento da parte di Google delle loro richieste di deindicizzare pagine presenti sul web, che riportavano dati personali ritenuti non più di interesse pubblico.

La vicenda del diritto all'oblio trae origine dal reclamo presentato da un cittadino spagnolo all'Agencia española de protección de datos (Agenzia spagnola di protezione dei dati, Aepd) contro il quotidiano La Vanguardia, Google Spain e Google Inc. La persona contestava il fatto che, introducendo nel motore di ricerca il proprio nome, nelle pagine dei risultati apparivano dei link verso due pagine del quotidiano di La Vanguardia datate gennaio e marzo 1998. Queste pagine annunciavano la vendita all'asta della sua casa per motivi economici, poi risolti in seguito. La citazione del suo nome e dei fatti era di conseguenza ormai priva di qualsiasi rilevanza.

Google Spain e Google Inc. avevano quindi presentato due ricorsi, chiedendo l'annullamento della decisione dell'Aepd. Il giudice spagnolo ha quindi sottoposto una serie di questioni alla Corte di giustizia. La Corte Ue ha stabilito che la persona interessata, in presenza di determinate condizioni, può inoltrare direttamente al gestore del motore di ricerca la cancellazione di link dall'elenco di risultati. 

Dopo la sentenza della Corte di Giustizia europea, quindi, Google si è dovuta attivare per verificare le richieste di cancellazione, dai risultati della ricerca, delle pagine Internet contenenti il nominativo del richiedente legate al nome della persona interessata.  In Italia, i ricorsi ricevuti dal Garante sono relativi alla richiesta di deindicizzazione di articoli con riferimento a recenti avvenimenti processuali, in qualche caso non ancora conclusi. Per il momento, in sette casi su nove l’Autorità non ha accolto l'istanza ritenendo che la posizione di Google fosse legittima. L’interesse pubblico ad accedere alle informazioni tramite motori di ricerca, sulla base del fatto che le vicende processuali sono risultate essere troppo recenti e non ancora espletati tutti i gradi di giudizio, è stato considerato prevalente.

Segue in basso  ▼

In due casi, invece, il Garante ha accolto la richiesta. Nel primo perchè nei documenti pubblicati su alcune pagine web erano riportati dati riferiti anche a persone al di fuori della vicenda giudiziaria. Nel secondo perché le informazioni pubblicate erano integrate in un ambito tale da ledere la sfera privata della persona. L’Autorità ha quindi intimato a Google di rimuovere dagli indici di ricerca le informazioni segnalate.

Come dovrebbe essere bilanciato il diritto all'oblio di una persona con il diritto del pubblico di sapere? La questione è complessa e senza facili risposte. Giudicare quale informazione va rimossa e quale va invece mantenuta è una questione piuttosto difficile da affrontare. Si corre il rischio di generare immensi buchi neri nei quali trascinare verità scomode per qualcuno, magari propenso ad avviare la libertà di informazione verso una "purificatrice azione distruttiva".

Ti è piaciuto l'articolo? Ricevine altri comodamente via mail
Articoli consigliati

Ottenere le dimensioni di una TV

Un praticissimo wizard per avere subito un'idea di quali possano essere le dimensioni di una TV. Comodo per chi vuole conoscere le misure di una TV a partire dalla diagonale.

Speciale Prestiti Online

Quali sono le migliori offerte? Cosa bisogna sapere prima di richiedere un prestito personale? Cerchiamo di spiegare come stanno le cose ...

Speciale Conti Correnti

Quali conti online scegliere? Puri o multicanale? Abbiamo identificato le migliori condizioni offerte dalle principali banche ...

Test velocita' ADSL

Esegui gratuitamente i migliori test per monitorare la velocità della tua connessione ADSL

Guadagnare con Internet

Guadagnare in Internet ? E' possibile. Con un po' di pazienza e fortuna, si possono avere apprezzabili risultati ..
TOP 10 articoli #10/18
Sitemap