Diritto all’oblio, anche da Bing la rimozione dei link
Diritto all’oblio, anche da Bing la rimozione dei link

Anche Microsoft pensa ad un modulo da mettere a disposizione degli utenti per la cancellazione dei link a pagine ritenute inadeguate o non più pertinenti

Scritto da: Redazione Data: 15 luglio 2014
Pagina 1 di 1

Sulla stregua di Google, anche Microsoft si attiva per adeguarsi alla sentenza della Corte europea per la  richiesta di rimozione di url dal motore di ricerca Bing da parte degli utenti. Secondo quanto riporta il New York Times, la casa di Redmond renderà disponibile a breve un modulo attraverso il quale gli utenti potranno inoltrare richiesta di cancellazione, dal motore di ricerca Microsoft, di link a pagine web che li riguardano, ritenute inopportune e inadeguate. "Stiamo sviluppando un nostro sistema, è previsto il lancio di un modulo attraverso il quale gli utenti potranno presto fare richiesta", ha comunicato un portavoce del colosso informatico.

MIcrosoft Bing

Come è noto, la Corte di Giustizia dell’Unione Europea era intervenuta sul diritto all’oblio nei confronti di Google, a tutela dei cittadini dell’Unione e della loro privacy. La sentenza chiariva che "Il gestore di un motore di ricerca su Internet è responsabile del trattamento effettuato dei dati personali che appaiono su pagine web pubblicate da terzi". Il tutto era scaturito da un reclamo presentato da un cittadino spagnolo all'Agencia española de protección de datos (Agenzia spagnola di protezione dei dati, Aepd) contro il quotidiano La Vanguardia, Google Spain e Google Inc.

Nello specifico, la persona contestava il fatto che, introducendo nel motore di ricerca il proprio nome, nelle pagine dei risultati apparivano dei link verso due pagine del quotidiano di La Vanguardia datate gennaio e marzo 1998. Queste pagine annunciavano la vendita all'asta della sua casa per motivi economici, poi risolti in seguito. La citazione del suo nome e dei fatti era di conseguenza ormai priva di qualsiasi rilevanza. Google Spain e Google Inc. avevano inutilmente inoltrato due ricorsi. 

Segue in basso  ▼

Non si conosce la data esatta di pubblicazione del modulo su Bing - si legge sul New York Times - in quanto è necessario che Microsoft si coordini con Yahoo!, che si basa sul motore di ricerca Bing per rafforzare i propri servizi di ricerca.

Ti è piaciuto l'articolo? Ricevine altri comodamente via mail
Articoli consigliati

Ottenere le dimensioni di una TV

Un praticissimo wizard per avere subito un'idea di quali possano essere le dimensioni di una TV. Comodo per chi vuole conoscere le misure di una TV a partire dalla diagonale.

Comparatore prezzi PrezzoStop.it

Valida piattaforma che guida tra i più competitivi negozi online per scegliere il miglior prezzo. (Pubbliredazionale)

Speciale Prestiti Online

Quali sono le migliori offerte? Cosa bisogna sapere prima di richiedere un prestito personale? Cerchiamo di spiegare come stanno le cose ...

Speciale Conti Correnti

Quali conti online scegliere? Puri o multicanale? Abbiamo identificato le migliori condizioni offerte dalle principali banche ...

Test velocita' ADSL

Esegui gratuitamente i migliori test per monitorare la velocità della tua connessione ADSL

Guadagnare con Internet

Guadagnare in Internet ? E' possibile. Con un po' di pazienza e fortuna, si possono avere apprezzabili risultati ..
TOP 10 articoli #11/17
Sitemap