I processori Intel e AMD del 2009 e le previsioni per il futuro

Il denominatore comune di Intel e Amd è quello di costruire processori piu' performanti riducendo piu' possibile il consumo energetico

Scritto da: Redazione
Pagina 1 di 1
Il mercato delle CPU è in costante fermento. Si cercano sempre di trovare delle soluzioni migliori sia per i computer desktop che per i dispositivi mobili. Il denominatore comune di Intel e Amd è quello di costruire processori piu' performanti riducendo piu' possibile il consumo energetico.

Attualmente il mercato delle cpu per desktop è primeggiato da Intel grazie ai mderni processori Core i7 che contengono quattro core. Di applicazioni in grado di sfruttare pienamente quattro core ne esistono ancora poche, proprio per questa affermazione si puo' dire che processori quad core di un paio di anni fa, possono andare ancora bene dal punto di vista delle performance.

Cio' che i produttori cercano di fare è quello di trovare una progettazione sempre nuova, che aggiungo piu' funzioni alla cpu in modo che essa sia sempre piu' efficiente.
Un processore del futuro potrebbe essere quello che integra sia la GPU che il controller I/O sviluppando consumi a basso livello energetico.


Le CPU per desktop di Intel e AMD per il 2009

L'avvento del Core i7 (Novembre 2008) ha portato delle modifiche sostanziali alla struttura hardware della macchina tanto che non è possibili fare un upgrade di questa cpu se non si effettua prima quello della scheda madre.
I processori Core i7 segnano la fine del Front Side Bus ed inaugurano in Quick Path Interconnect. Un altro cambiamento significativo riguarda il controller della memoria integrato direttamente nel processore (prima era situato nel Northbridge del chipset della scheda madre), con questa soluzione è possibile avere un accesso più rapido alla memoria RAM da parte dei programmi più esigenti.
La nuova cpu Core i7 è in grado di raddoppiare i propri 4 core e di portarli ad 8 virtuali grazie alla tecnologia Hyper Threading.
Le previsioni per l'anno in corso non sembrano scalzare Intel dal primato delle CPU per piattaforme desktop.

AMD non sta certo a guardare e riduce il gap che la separa da Intel decretando l'uscita dei processori Phenom II X3 e X4 caratterizzati da un processo produttivo ridotto a 45 nanometri ed un assorbimento energetico di circa 95 watt.
AMD sta realizzando un'ulteriore versione del Phenom II X4 orientata al risparmo grazie ad un TDP di soli 45 watt.

AMD Phenom II X4


Altri cambiamenti di questa nuova serie di processori riguardano le dimensioni della cache, portata ora a 6 MB, i il controller della memoria integrato in grado di supportare le DDR3.
Il socket che ospiterà i nuovi processori AMD sarà siglato AM3.


Le CPU mobile di Intel e AMD per il 2009

Il settore dei processori mobile è caratterizzato da un clima decisamente più tranquillo. Intel propone un nuovo modello di cpu l'atom dual core 330 con cache L2 pari ad 1 MB, un TDP di 8 watt ed una frequenza di lavoro pari a 1,6 GHz.
L'aumento della potenza di calcolo dell' Atom 330 implica un consumo energetico tre volte superiore rispetto a quello del predecessore N270.
La strategia di incrementare la frequenza di clock favorendo piu' possibile il consumo energetico riguarda anche le CPU appartenenti alla piattaforma Centrino 2. Nel corso del 2009 usciranno vari modelli top orientati al risparmio energetico: il Core 2 Duo SP9600, SL9600 e SU9600. Al termine del 2009 è invece prevista l'uscita del primo Quad-Core Mobile, il Core 2 Extreme QX9300.
Anche per quanto riguarda il mercato delle CPU mobile, Intel detiene il primato offrendo un'ampia e completa gamma di processori destinati ad ogni tipo di utilizzo.

AMD non riesce ad essere competitiva con i processori al top delle prestazioni targati Intel, ma si pone come valida alternativa (e soprattutto più economica) nell'acquisto di computer portatili inquadrati in una fascia media.
L'obiettivo del 2009 da parte di AMD è quello di portare il controller della memoria DDR3 ed una GPU all'interno del chip a 45 nanometri.

Segue in basso  ▼

Il futuro di AMD

AMD pensa che il processore come elemento unico e separato, sia destinato a scomparire e lasciare posto ad una struttura piu' specializzata come l'APU.
APU è acronimo di Accelerated Process Unit ma è conosciuta meglio come "AMD Fusion".
L'unità centrale di elaborazione secondo AMD Fusion è composta da CPU. GPU e altre unità funzionali che differiscono in base al tipo di finalizzazione del prodotto.
Con questo progetto AMD vorrebbe realizzare uno standard architetturale di soluzioni flessibili per ogni tipo di utilizzo, dall'impiego per il server al telefono cellulare.
Il vantaggio offerto da questa piattaforma è in primo luogo che lo scambio dei dati tra CPU, GPU e altri chip integrati, è piu' veloce.

APU, AMD Fusion

La prima APU universale per PC e computer portatili sarà denominata "Swift" seguita da "Bobcat" destinata al mercato degli ultramobili e telefoni cellulari.


Vedi anche:
» Core i7, architettura Nehalem
» La piattaforma AMD Dragon
» AMD Yukon, CPU per ultraportatili a basso consumo
» I processori AMD Phenom II X4
» Classifica CPU per desktop e notebook




Ti è piaciuto l'articolo? Ricevine altri comodamente via mail
Articoli consigliati

Ottenere le dimensioni di una TV

Un praticissimo wizard per avere subito un'idea di quali possano essere le dimensioni di una TV. Comodo per chi vuole conoscere le misure di una TV a partire dalla diagonale.

Speciale Prestiti Online

Quali sono le migliori offerte? Cosa bisogna sapere prima di richiedere un prestito personale? Cerchiamo di spiegare come stanno le cose ...

Speciale Conti Correnti

Quali conti online scegliere? Puri o multicanale? Abbiamo identificato le migliori condizioni offerte dalle principali banche ...

Test velocita' ADSL

Esegui gratuitamente i migliori test per monitorare la velocità della tua connessione ADSL

Guadagnare con Internet

Guadagnare in Internet ? E' possibile. Con un po' di pazienza e fortuna, si possono avere apprezzabili risultati ..
TOP 10 articoli #08/20
Sitemap