Tassi di interesse e costi del conto corrente online

Tutto quello che c'è da sapere per aprire un conto corrente online. Elenco e comparazione dei migliori conti correnti bancari offerti dalla principali banche

Scritto da: Redazione
Pagina 3 di 6

Come già accennato, i servizi di Home Banking associati ad un conto corrente online non prevedono spese per l’attivazione né per le operazioni. I conti correnti a zero canone rappresentano oggi circa la metà di quelli offerti dalle banche. Per i conti correnti online che prevedono dei canoni mensili, come ad esempio Fineco e Unicredit, occorre considerare che tali costi si possono azzerare per un effetto dinamico legato alle operazioni effettuate e a determinate condizioni operative. Sono praticamente conti correnti con un canone che varia in base all’utilizzo che se ne fa, una sorta di “più lo usi e meno paghi”.

Quello che accomuna tra loro i conti correnti on-line è l’unica spesa fissa prevista per legge, ossia il pagamento del bollo statale annuale di 34,20 euro, obbligatorio per tutti i conti correnti. Una certa differenza si nota quando si considera la remuneratività. Poichè i tassi creditori sulla giacenza sono agganciati all’Euribor, anche le banche on-line offrono ora tassi di interesse piuttosto bassi, ma sicuramente superiori a quelli previsto per i conti correnti tradizionali (vedi il confronto conti correnti online). Banco Posta Click, ad esempio, propone un tasso di interesse lordo (almeno per il 2010) del 2%. Il conto WeBank offre l’1,10%, IWBank e WebSella prevedono l’1%. E’ bene precisare che queste percentuali indicano il tasso di interesse lordo. Per calcolare il rendimento effettivo del conto corrente occorre detrarre la ritenuta fiscale del 27%.

Per tutti i conti correnti puri è previsto che le operazioni di prelievo, effettuate con Bancomat, non siano gravate da alcuna spesa, indipendentemente dalla banca a cui appartiene l’Atm utilizzato. Unica eccezione è costituita da Banco Posta Click che prevede la commissione di 1,75 euro presso gli Atm diversi da Postamat e Poste Italiane. Per i conti correnti “multicanale”, invece, possono essere addebitate delle commissioni in caso di prelievo effettuato presso uno sportello Atm di un istituto diverso da quello della banca emittente o del gruppo bancario a cui questa fa riferimento.

Per l’invio di bonifici online in Italia, i servizi di Home Banking non prevedono alcuna commissione. Nel caso si disponga di un conto corrente online “multicanale” e ci si rechi in filiale per effettuare il bonifico, per eseguire l’operazione si deve pagare la commissione.

Per ottenere un ulteriore risparmio, chi possiede un conto corrente online, anche multicanale, può rinunciare all’invio dell’estratto conto cartaceo optando per quello online. In questo modo si potrà economizzare sulla cifra che la banca addebita per la spedizione della documentazione.

« Pagina precedente
Pagina Successiva »
Ti è piaciuto l'articolo? Ricevine altri comodamente via mail
Articoli consigliati

Ottenere le dimensioni di una TV

Un praticissimo wizard per avere subito un'idea di quali possano essere le dimensioni di una TV. Comodo per chi vuole conoscere le misure di una TV a partire dalla diagonale.

Speciale Prestiti Online

Quali sono le migliori offerte? Cosa bisogna sapere prima di richiedere un prestito personale? Cerchiamo di spiegare come stanno le cose ...

Speciale Conti Correnti

Quali conti online scegliere? Puri o multicanale? Abbiamo identificato le migliori condizioni offerte dalle principali banche ...

Test velocita' ADSL

Esegui gratuitamente i migliori test per monitorare la velocità della tua connessione ADSL

Guadagnare con Internet

Guadagnare in Internet ? E' possibile. Con un po' di pazienza e fortuna, si possono avere apprezzabili risultati ..
TOP 10 articoli #01/17
Sitemap